VILLAFRATI

Villafrati - Panorama

Villafrati sorge in una zona collinare, posto a 475 metri sopra il livello del mare, dista  34 chilometri da Palermo e conta circa 3400 abitanti. Adagiato sulle pendici del monte Busambra, è situato lungo il corso del fiume Milicia. L'apparente monotonia del paesaggio collinare e delle sue coltivazioni viene interrotto da Pizzo Chiarastella, che con i suoi 668 metri di altitudine dà una caratteristica particolare all'ambiente. Alle pendici del monte, sul versante sud orientale, si segnalano la presenza di numerose grotte e piccole cavità in alcune delle quali sono state ritrovate sepolture con resti umani risalenti all'età eneolitica. 

 

La storia di Villafrati inizia nel 1602, e più precisamente il 7 novembre 1602, quando Don Vincenzo De Spuches, feudatario del feudo e della masseria denominata Villafrati chiese ed ottenne dal re Filippo III di Spagna la "Licentia Populandi", cioè la facoltà di poter edificare e popolare quel luogo  e di chiamarlo "Chiarastella". Il nuovo centro, però non ebbe molto successo e non si espanse, anzi, al suo posto molti anni dopo, Don Pietro Filangeri, genero di Vincenzo De Spuches, servendosi della stessa "Licentia" concessa a suo tempo al suocero, costruì un nuovo paese, Villafrati, con nuove abitazioni, chiese e palazzi nobiliari, questa volta a ridosso della "Reggia Trazzera" che da Palermo portava ad Agrigento e fu un successo. Ancora oggi la planimetria del paese, che è costruito su un terreno che ha notevoli e diversi dislivelli, presenta un ordinamento a scacchiera e quindi conserva l'originaria tipologia costruttiva settecentesca.

Fontana 2 Cannoli

Tra i monumenti di Villafrati da ammirare la chiesa della S.S. Trinità, la chiesa Madre del paese, edificata nel 1750, presenta una pianta a navata unica e sei altari simmetrici, al suo interno parecchie opere d’arte di vari maestri. La facciata è barocca e si può ammirare la Porta dei Misteri realizzata in bronzo dallo scultore Biagio Governali, nei pannelli della porta sono raffigurati scene sacre e della storia del centro. Il Palazzo Filangeri o Baglio venne costruito nel 1700 con funzione residenziale e giurisdizionale. La struttura richiama i modelli delle ville settecentesche borghesi con annesso giardino. Da ammirare il cancello di ferro che si apre come un sipario sulla strada principale del paese. Il Calvario del 1700 venne costruito su un'altura a monte del quartiere Casale ed è sovrastato da una grande croce in ferro. La Fontana 2 cannoli è l’unica fontana di acqua potabile all'interno di Villafrati. Realizzata in ghisa, la fontana, presenta lavorazioni artistiche come lo stemma dei conti, signori del centro, mentre i 2 cannoli, dai quali sgorga l'acqua, hanno la forma della testa di un drago.

 

Chiesa Madre di Villafrati

LE TRADIZIONI DI VILLAFRATI

Le tradizioni di Villafrati sono quasi tutte legate al calendario delle feste religiose. La "tavulata di San Giuseppe" a Marzo; mentre la terza Domenica di Settembre la festa patronale, che è dedicata al S.S. Crocifisso. Dalle antiche tradizioni sacro-folkloristiche, in questa solenne celebrazione, ci sono pervenuti due momenti, la "cunnuciuta di li torci" e la “vulata di l’ancili”. Il primo momento quello della "cunnuciuta di li torci" consiste nel rito che devoti a cavallo, con ricche bardature, sfilano per le vie del paese tenendo in mano dei lunghi ceri addobbati con fiori. Seguono altri devoti, anch’essi a cavallo, che portano come carico bisacce con frumento da donare al S.S. Crocifisso e pacchetti con confetti, caramelle, nocciole che vengono lanciate in segno di ringraziamento alla gente che assiste alla processione. Il secondo momento, la “vulata di l’ancili”, consiste nelle recita di una poesia dedicata al S.S. Crocifisso da parte di 2 bambine vestite da angeli, legate da 2 corde tenute fra 2 balconi frontali, sopra il simulacro del S.S. Crocifisso che viene portato in processione.

 

Stemma del Comune di Villafrati

SCRITTI  SU  VILLAFRATI

 

 


Testi e Foto di Salvatore Rallo                             

Tutti i diritti riservati                                           

In caso di utilizzo citare la fonte e comunicarlo

Essere presenti nelle nostre pagine web significa far individuare la vostra azienda, i vostri prodotti, farvi conoscere da chiunque nel mondo! Contattateci via e-mail perché oggi non è necessario essere degli esperti di Internet per utilizzare questo nuovo sistema di pubblicità diretta, tutta vantaggi per la vostra attività e di sicuro successo. Contattaci...

 

 

radiostudiocentro@email.it